venerdì 22 marzo 2019

ARMANI/SILOS - MILANO, UN' ESPERIENZA DA NON PERDERE!

Rieccomi dopo una lunga assenza.
Sinceramente mi ero un po' dimenticata del blog perché tutta presa da altre piattaforme social che sto cercando di imparare a gestire un po' meglio, vedremo!
Così ho pensato di riaprire questo canale raccontando, con alcune mie foto, la visita al bellissimo spazio espositivo di Giorgio Armani, il Silos, in via Bergognone, 40 a Milano.
All'inizio del mese di Marzo alcune mie colleghe di ITS TAM di Biella e la sottoscritta, abbiamo accompagnato i nostri studenti del corso "Uomo Prodotto" alla presentazione delle nuove tendenze per la prossima stagione Autunno Inverno 2020/2021 organizzata da Milano Unica, importante fiera tessile italiana. 
Ma nel giro di un paio di ore, la visita si conclude e resta tutto il pomeriggio a disposizione.
Che fare? un giro in centro a curiosare tra le vetrine? oppure un salto ad ARMANI/SILOS?
Con nostra grande soddisfazione tutto il gruppo dei ragazzi segue la seconda proposta. Evviva!
Ci avviamo verso via Bergognone e subito restiamo colpiti dalla struttura architettonica del museo, ex deposito di granaglie, essenziale e sobrio nelle forme, perfettamente in linea con lo stile Armani. 
Risultati immagini per silos armani 

Una mostra temporanea di fotografie dell'artista Charles Fréger occupa il piano terra del museo, FABULA, un viaggio intorno al mondo attraverso immagini di costumi tradizionali, uniformi, maschere rituali e trucchi teatrali. 
Molto bella e interessante, ci prepara lo spirito a ciò che verrà dopo.
Poi salendo le scale troviamo tre livelli successivi del museo dove una ricca raccolta di capi iconici presi dalle collezioni uomo e donna ci guidano attraverso i 40 anni di carriera dello stilista milanese.
Non abbiamo una presentazione cronologica ma un percorso guidato dai colori, dove capi relativi alle prime sfilate degli anni '80 affiancano le ultime creazioni delle sfilate verso il 2020. 
L'impronta stilistica è così coerente che anche i pezzi più "vecchi" appaiono moderni e attuali.
Io ho notato un evoluzione nei materiali, tessuti tecnici e inconsueti sono protagonisti nelle ultime collezioni. 
Io adoro lo stile di Giorgio Armani e nelle mie modestissime foto da cellulare ho cercato di cogliere i punti di colore più accesi, perché non è affatto vero che la gamma Armani è solo formata da grigio, blu navy, beige sabbia e marrone seppia, ma la sua tavolozza è ricca di colore: blu cobalto, sfumature di verde che vanno dal acido al foresta, rosso corallo e fuxia, arancione e oro, glicine e viola. 
Tessuti splendidi, lavorazioni preziose, opera di mani sapienti.
Abiti da sogno, veramente! 
  
E' stata un' esperienza fantastica, per tutti e i nostri ragazzi sono rimasti entusiasti!
Consiglio vivamente di trovare una giornata per fare un salto a Milano, in via Bergognone.
A presto!




giovedì 4 gennaio 2018

BUON ANNO! *** 2018***

Mamma mia quanto tempo è passato dall'ultimo post!
Sei mesi! e quante cose sono accadute e non ho mai avuto il tempo di condividere qui i miei pensieri (un po' mi spiace).
Ricordo l'estate caldissima e secca che ha fatto soffrire il mio giardino,
i bei mercatini in riva ai laghi e in montagna dove ho esposto le mie "creature",
la breve vacanza in Alsazia con la famiglia,
le tinture autunnali con le foglie raccolte in città e nel mio bosco, 
l'avventura del temporary shop.
Ecco di questo voglio parlare: dal 4 Novembre ho potuto esporre i miei lavori in un negozio temporaneo condiviso con altre realtà artigianali del biellese, imprese unicamente femminili, nel cuore di Biella, la storica Via Italia, esattamente al numero 70. 
E' stato un vortice di esperienze molto positive, soprattutto la collaborazione tra noi espositrici ma anche gli incontri, le visite degli amici, le manifestazioni di ammirazione. 
Un'esperienza programmata fino alla fine di Febbraio ma che ci piacerebbe continuare. Chissà!
Tutto ciò è stato possibile grazie all'aiuto dell'associazione di cui facciamo parte, CNA Biella che ha coordinato l'intero progetto. Mi sono resa conto che far parte di un gruppo mi ha dato forza e tutto è stato più facile.
Ho capito che sono le persone a fare l'associazione, sono i rapporti che si creano e l'inevitabile amicizia che si costruisce. 
Non so cosa mi porterà questo 2018, certamente l'inizio è stato molto incoraggiante.  BUON ANNO!!



 


martedì 20 giugno 2017

MAMME DISPERATE IN CERCA DI INDIRIZZO... SCOLASTICO

(artwork of Francesca Veneri)

Ciao Amici, la scuola è finalmente finita e un po' di relax è indispensabile,
ma si deve pensare anche al nuovo anno scolastico!
Così ho voluto pubblicare questo post dove racconto la mia esperienza di genitore 
che deve fare scelte non sempre facili...


"Sono Alessandra, madre di due ragazzi di 16 e 22 anni, preoccupata sul futuro 
ma ottimista e desiderosa di aiutare i propri figli. 
Regolarmente a distanza di pochi anni, noi genitori dobbiamo prendere grandi decisioni: 
che scuola scegliere?
Si comincia subito con il primo problema: asilo sì o no?
Io molto ingenuamente mi illusi di poter scegliere per il sì, ma senza fare i conti con l'interessata 
che seppur minuscola personcina di tre anni, dopo aver provato l'esperienza asilo per una settimana 
decise che non faceva per lei. 
Totale di frequenza: tre settimane in tre anni!
Mi andò meglio con il secondo figliolo che pur preferendo l'atmosfera di casa, 
se ne fece una ragione e accettò la situazione.
Poi la scuola elementare, la mia scuola di quando ero bambina, vicino a casa, 
comoda da raggiungere per tutto il parentado, visto che i genitori avevano orari non sempre compatibili... 
Trascorrono cinque anni e ancora: scuola media, in paese o in città?
Anche in questo caso la necessità di avere i pargoli vicini ai nonni, Santi Nonni, 
ci fece scegliere per una piccola scuola di paese, la stessa per entrambi i rampolli. 
Non avremmo potuto fare meglio!
Una piccola realtà ben gestita, dinamica e moderna, 
con una particolare attenzione per i ragazzi con disabilità 
che si rivelò molto educativa anche per tutti gli altri alunni più fortunati.
Ecco che le cose diventano più difficili, la scuola superiore!
Come si fa a chiedere ad un ragazzo di 14 anni: cosa vuoi fare da grande? Booh, ti senti rispondere!
E allora tu genitore deluso dal panorama lavorativo che vedi intorno 
ma ottimista sul futuro, "non potrà piovere per sempre, no?" 
giochi la carta dell' istinto.
Cosa ti piace fare? Quali sono i tuoi giochi preferiti? 
Per cosa faresti sacrifici pur di realizzare un tuo sogno?
Ecco che si accende una luce e si delinea il sentiero.
Quaderni e taccuini pieni zeppi di scarabocchi che un po' alla volta si definiscono in personaggi di storie fantastiche, l'interesse per i video games e la passione per la lettura di genere fantasy, 
ci invitano a valutare istituti artistici e scientifici.
Passione per le automobili, già in tenera età, quando girando con il passeggino tra le auto parcheggiate si giocava a indovinare marche e modelli, il Quattroruote preferito al Topolino, 
con questi presupposti non si poteva certo scegliere un istituto alberghiero!
Ora lei, laureanda in fumetto e grafica digitale, sta frequentando un corso di approfondimento 
sullo sviluppo di siti web e attende di partecipare alle selezioni per gli Stage di Qualità. 
Lui liceale con indirizzo scienze applicate sta frequentando un corso 
per ottenere il pantentino base di robotica e vorrebbe entrare al politecnico.
Ma la cosa più importante è che lavorano e studiano con sacrificio e con ottimi risultati, 
consapevoli che stanno seguendo una strada che darà loro soddisfazione.
Concludendo, care mamme e papà, il nostro compito è guidare ed indirizzare i nostri figli, 
non certo imporre loro le nostre scelte o le nostre ambizioni, 
saranno comunque loro a seguire la strada migliore. 
Noi li avremo solo aiutati ad imboccarla.

Quindi mi permetto di segnalare alcuni link utili 
per avere indicazioni che possono aiutare in questa scelta importante.
In particolare consiglio il corso biennale post-diploma di ITS-TAM di Biella, specializzazione tessile abbigliamento e moda, presso il quale io collaboro da alcuni anni, 
che oltre a fornire una preparazione completa in ambito tessile 
aiuta con successo i giovani ad entrare nel modo del lavoro, in area biellese ed extra biellese, 
rilanciando la rinascita del settore.
Buona estate e Buone scelte!

venerdì 5 maggio 2017

PROGETTAZIONE TESSUTI - CAPPOTTO JACQUARD

CAPPOTTO IN PURA LANA CON DISEGNI JACQUARD

Il nostro laboratorio di tessitura comprende anche un telaio jacquard a ratiera elettronica, 
sul quale è possibile realizzare disegni ornamentali di grandi dimensioni studiati al CAD.
Quindi ecco le fasi del progetto:
studio dei disegni e inserimento degli intrecci,
base raso da 5 damascato,
di seguito alcune immagini elaborate al computer. 




Poi abbiamo preparato l'ordito per realizzare il "fazzoletto" a fasce di vari colori
in modo da ottenere diverse combinazioni di colore.
Questo è il risultato, tessuto, follato e garzato.


L'altro gruppo di disegni è stato sviluppato applicando l'intreccio di 
DOPPIA FACCIA ALTERNATO DI TRAMA
cioè due trame di colore differente che alternandosi sulla superficie con intreccio a raso,
creano motivi decorativi per tessuti double face.

Ecco lo studio: 





ed ecco il tessuto finito:





Complimenti ai ragazzi di ITS_TAM Biella, corso 2015-2017!

lunedì 10 aprile 2017

PROGETTAZIONE TESSUTI - 3

TERZA FASE: FINISSAGGIO E PRESENTAZIONE

Il lavoro prosegue e dopo la tessitura dei campioni "tipo" e "fazzoletto"
si va al finissaggio della stoffa per lavarla, stabilizzarla e migliorarla.
Quindi in una sola parola NOBILITARE il nostro tessuto 100% lana vergine.

Cosa abbiamo fatto?
dopo un LAVAGGIO di pulizia
è stata 
eseguita una leggera FOLLATURA 
che ha esaltato la morbidezza e il calore della nostra lana    
poi
spuntato la peluria in eccesso con una CIMATURA
e quindi
stirato e fissato il tessuto grazie all'operazione di DECATIZZO.

Et voilà!

Tessuto finito pronto per essere COLLEZIONATO!

Complimenti ai nostri ragazzi per il gusto nell'abbinamento del colore
e nella proporzione del disegno!

ART. TARTAN 
100% LANA VERGINE
270 GR/MT
H. 150 CM









giovedì 16 marzo 2017

PROGETTAZIONE TESSUTI - 2

Il corso di progettazione tessuti prosegue e si vedono i primi risultati!
Dopo una prima fase di ricerca di idee e spunti
i ragazzi che stanno frequentando il nostro corso di ITS-TAM
(Istituto Tecnico Superiore indirizzo Tessile Abbigliamento e Moda)
hanno creato i loro elaborati usando il programma grafico CAD
e potuto visualizzare e stampare su carta le combinazioni di intreccio e colore.
La realizzazione degli elaborati a telaio crea entusiasmo e soddisfazione a studenti e insegnanti!!
Qui pubblicate alcune immagini

  SECONDA FASE: 
STUDIO E MESSA IN OPERA 

Studio dei vari disegni per il tessuto da sviluppare
Scelta dei filati e colori più adatti
Visualizzazione al CAD
Scrittura della scheda per la produzione, completa di dati tecnici e nota di disegno (ordito e trama)
Orditura e tessitura del progetto

primo studio: disegni per tessuto "tartan"

cartella dei colori del filato in lana che compone il tessuto


Particolare di un disegno realizzato a telaio

tessitura del "fazzoletto" con tutti i disegni scelti

secondo studio: giacca in misto cashmere, stile "inglese"

disegno Principe di Galles in fase di tessitura